I benefici del tè di ortica e gli avvertimenti

Sei mai stato picchiato da un’ortica? È difficile dimenticare quella sensazione di bruciore, il dolore e la bruciatura da orticaria e vesciche. Le ortiche fitte si trovano in tutto il mondo e fioriscono ogni anno. E ‘quasi impossibile allontanarsi dalla pianta invasiva.

In uno di quei turbamenti strano ma vero della natura, si scopre che l’impianto che può causare tanto danno potrebbe essere la sola soluzione per trattare i tuoi problemi. L’ortica, nome latino, Urtica dioica, è stata usata in medicina da almeno 3 anni di vita. In epoca medievale, è stato usato per trattare il dolore nelle articolazioni, così come agire come diuretico. Oggi, la radice di ortica viene utilizzata per trattare i problemi urinari associati a una prostata allargata (iperplasia prostatica benigna), infezioni del tratto urinario e febbre da fieno. La foglia di nettle, nel frattempo, è comunemente usato per trattare il dolore, l’osteoartrite, le allergie e la febbre da fieno. Le foglie e gli steli possono essere mangiati in un’insalata, cucinati in zuppa o fatti in un tè, ma la radice di ortica è più probabile estrarre con alcool per fare una tintura, essiccata e presa in capsule o seccata e fatta in un tè . La pianta ha pochi effetti collaterali noti, ma come per qualsiasi preparazione medicinale, si consiglia di consultare un medico curante prima di aggiungere nettoli alla vostra dieta o piano di trattamento.

Il tè di nettle colpisce direttamente i reni. “La nettle è un diuretico [aumenta l’emissione di urina e la rimozione dell’acido urico (sotto controllo medico), quindi può essere utile per l’edema, l’artrite infiammatoria o la gotta”, afferma Naturopath Dr. Robert Kachko, ND, LAc. Gli studi dimostrano che combinando ortica con la palmetto di sega, i pazienti possono trovare sollievo dai problemi urinari. Oltre ad influenzare i reni, “l’ortica ha molti costituenti ed è considerata una delle nostre erbe più nutritive, lo chiamiamo” trophorestorative “per questo motivo”, dice il dottor Kachko. “I suoi principali componenti sono flavonoidi (quercetina, kaempferolo), carotenoidi, vitamina C, vitamina B, vitamina K1, triterpeni, steroli e minerali”. Dieci grammi di ortica contiene 290 milligrammi di calcio e 86 milligrammi di magnesio. In confronto, 10 grammi di spinaci crudi contengono 10 milligrammi di calcio e 8 milligrammi di magnesio. Se non sei Popeye, provate il tè di ortica per alcune delle vostre necessità nutrizionali quotidiane.

La febbre di fieno colpisce milioni di persone, e il tè di ortica è efficace nel controllare il prurito e starnuti tipicamente associati ad esso. Uno studio presso il National College of Naturopathic Medicine ha concluso che il 58% dei partecipanti che sono stati somministrati ortica congelata per il trattamento della febbre da fieno ha avuto una riduzione dei sintomi. Dato che gli anti-allenici e gli anti-allergie possono avere effetti collaterali come sonnolenza, convulsioni e bocca secca, il tè di ortica è una buona alternativa per le persone con sensibilità.

La natura diuretica del tè di ortica migliora la funzionalità renale e di conseguenza può migliorare i sintomi associati a BPH. “Migliora la frequenza, l’urgenza, il flusso urinario e può anche abbassare la globulina legante dell’ormone sessuale che influenza i livelli di testosterone”, dice il dottor Kachko. Quindi, non solo può migliorare i tuoi reni se hai BPH, potrebbe anche mettere la tua vita sessuale in pista. Secondo il libro “Campbell-Walsh Urology”, gli estratti dalle radici di ortica contengono prodotti fitoterapeutici costituiti da oli vegetali, catene di acido grasso, fitosteroli e fitoestrogeni. Questi composti hanno effetti antinfiammatori, alterano i fattori di crescita, regolano la perossidazione dei lipidi, inibiscono la 5alfa-reduttasi e proteggono la vescica oltre che i muscoli che controllano la sua funzione.

Non esiste una ricerca medica per dimostrare che il tè di ortica favorisce la crescita dei capelli o elimina l’acne. Tuttavia, gli erboristi lo utilizzano per la crescita dei capelli, sostenendo che la silice in ortica rafforza i capelli e le unghie e altre proprietà migliorano la circolazione e riduce la dispersione. Infatti, ci sono tonnellate di prodotti per la cura dei capelli per tonificare i capelli che contengono ortica, quindi se hai problemi con i tuoi capelli e non riesci a trovare qualcosa da aiutarlo, potrebbe valere la pena. Lo stesso vale per l’utilizzo di ortiche in skincare. Quando è incluso in un odore topico o addirittura ingerito come un tè, l’ortica può avere effetti antinfiammatori e analgesici per problemi cutanei come eczema o eruzioni cutanee. Secondo sostenitori del rimedio naturale, l’elevata quantità di clorofilla in ortica dà loro proprietà alcalinizzanti e disintossicanti, potenzialmente rendendo l’impianto efficace per il trattamento dell’acne. Il libro “Medicina Integrativa” dice che l’ortica è utile nel trattamento di orticaria o orticaria. Le foglie di Urtica dioica contengono flavonoidi – o bioflavonoidi – come il quertecin, che può lenire l’orticaria perché stabilizza le cellule degli alberi che riducono efficacemente la quantità di istamina.

In alcuni studi condotti su animali, è stato dimostrato che l’ortica a pungiglione abbassa i livelli di pressione sanguigna. Tuttavia, questo effetto non è ancora stato mostrato negli studi umani. La capacità per l’erba di abbassare la pressione sanguigna è probabile perché funziona come diuretico nel corpo, che a sua volta abbassa la pressione sistolica della pressione, Memorial Sloan-Kettering Cancer Center relazioni. Poiché l’alta pressione sanguigna è una grave condizione medica, non usare l’ortica per trattarla a meno che non sia stata prima consultata con un medico esperto.

Che cosa è il tè di nettle?

Benefici del tè del nettle

Tè al nettare per allergie

Tè di nettle per l’iperplasia prostatica benigna (BPH)

Tè di nettle per la crescita dei capelli e la cura della pelle

Stinging nettle per la pressione sanguigna

Alcune ricerche preliminari riguardano l’uso del tè di ortica per il trattamento del diabete di tipo 2 e uno studio del 2011 ha rilevato che era efficace nel ridurre l’interleuchina 6 (IL-6) e la proteina c-reattiva ad alta sensibilità (hs-CRP) Nei pazienti diabetici rispetto a un gruppo di controllo dopo otto settimane di trattamento. Un altro studio ha scoperto che le ortiche hanno avuto un effetto significativo sui livelli di glucosio delle persone con diabete di tipo 2. Tuttavia, i pazienti dovrebbero notare che i ricercatori hanno studiato “l’estrazione di foglie di ortica (una capsula da 500 mg ogni 8 ore per 3 mesi) combinata con i farmaci anti-iperglicemici orali convenzionali”, quindi il tè di ortica potrebbe essere un buon trattamento complementare, diabetici.

Un numero di 2013 di “Phytomedicine” ha scoperto che l’ortica, compresa la radice, quando viene estratta in una soluzione a base di olio, ha contribuito a ridurre l’infiammazione. È stato indicato un grande potenziale per il trattamento dell’artrite, ma è ancora necessario ulteriori studi. Le proprietà anti-infiammatorie delle ortiche di pungiglione possono infatti aiutare coloro che soffrono di artrite. Inoltre, uno studio pubblicato nel “Giornale della Royal Society of Medicine” nel giugno 2000 riporta che la foglia di ortica può ridurre il dolore osteoartrite alla base del pollice quando viene applicato all’area dolorosa.

Sebbene non siano stati effettuati studi ufficiali per quanto riguarda ancora l’effetto della ortica sulla perdita di peso, l’erba con le sue proprietà di pulizia può contribuire a spargere i chili in modo efficace eliminare il corpo di rifiuti metabolici indesiderati. La riduzione dei rifiuti immagazzinati nei tessuti muscolari e nel sistema linfatico consente al corpo di funzionare in modo più produttivo. Gillian McKeith, autore e spettacolo televisivo di “You Are What You Eat”, raccomanda nel suo libro “Slim for Life” 3 a 4 tazze al giorno di tè di ortica, in quanto “aumenta il metabolismo ed è un appetito suppressante naturale”.

Tè di nettle per il diabete

Stinging tette di nettle per l’artrite

Nell’ambito di uno studio sullo studio di studi sugli effetti negativi della nicotina sugli spermatozoi nei topi, i ricercatori hanno scoperto che aumentare la dose di ortica “ha significativamente aumentato la motilità, il conteggio, la morfologia normale delle cellule spermatiche, il diametro dei tubuli seminiferi e il testosterone in tutti i gruppi rispetto al controllo”. Gli estratti di nettare sono stati pubblicizzati per i bodybuilder perché sembrano avere un impatto sul livello del testosterone nel corpo. Ci sono rapporti aneddoti che l’estratto di ortica aiuta anche a ricostituire la quantità di testosterone nel corpo, che può essere drasticamente diminuito durante un allenamento body building, tuttavia queste affermazioni non sono state scientificamente verificate negli esseri umani. Per quanto riguarda i suoi effetti sulla libido, l’ortica in bocca può aiutare in casi di riduzione del sesso a causa della sua capacità di mantenere il testosterone attivo, ma non è stato scientificamente provato.

Il tè di nettle è stato pubblicizzato per le sue proprietà curative e, infatti, uno studio del 2013 ha dimostrato di avere “una potente attività antibatterica”. Comune nelle regioni più temperate lungo fiumi e laghi, l’ortica è una pianta che ha anche proprietà antifungine. Secondo “Riferimento dello scrittorio del medico sui medicinali a base di erbe”, la lignina aglutinina della nettle. In uno studio pubblicato sulla “Journal of Biological Chemistry”, la lectin agglutinina ha proprietà chitina-leganti che comportano forti funzioni antimicrobiche e lievi funzioni antibatteriche.

Quando fai un tè di ortica, secondo l’Università di Maryland Medical Center, puoi bere tre o quattro tazze al giorno, ma dovrai sempre bere acqua supplementare insieme al tè. Il foglio secco di nettle è di solito preso da 2 a 4 grammi, 3 volte al giorno. È possibile acquistare supplementi di ortica in diverse forme, tra cui foglie secche, tinture e estratti. Sono disponibili anche creme di nettare, ma sono tipicamente utilizzate per il trattamento di condizioni dermatologiche. La dose raccomandata per un supplemento di ortica dipende dal tipo di integratore che preferisci. È possibile prendere 2 g a 4 g di foglia secca fino a tre volte al giorno. Per gli estratti, il dosaggio dipende dalla provenienza dalla radice o dalla foglia. Per l’estratto di radice, prendete 1,5 ml tre o quattro volte al giorno. Per estratto di foglie, prendere 2 mL a 5 mL tre volte al giorno. Se preferisci una tintura, puoi tranquillamente prendere da 1 ml a 4 ml tre o quattro volte al giorno. Nel suo libro “Identificazione e raccolta di piante commestibili e medicinali”, Steve Brill, autori di alimenti selvatici, avverte foraggeri amatoriali che le foglie di ortica di fine stagione possono contenere composti dannosi ai reni; raccogliere foglie prima di fiorirsi. Il succo di nettle è di colore verde scuro e di solito viene consumato fresco in porzioni di 1 ounce perché il sapore è forte e la quantità di nutrienti elevata. Si può fare succo di ortica da spremere solo le foglie o le foglie e il fusto della pianta (succhiare 4 tazze di foglie di ortica per fare una mezza tazza di succo di ortica) o mescolando le foglie con acqua (combinando 2 tazze di foglie di ortica Con 1 tazza d’acqua).

Zanne per perdita di peso

Stinging nettle e testosterone

Benefici antibatterici e antifungini del tè di nettle

Il tè di nettle è “controindicato in gravidanza”, dice il dottor Kachko. Può alterare il ciclo mestruale e può contribuire all’aborto. Il Dr. Kachko avverte che le persone con disturbi cardiaci, problemi renali o tumori mediati da ormoni dovrebbero usare cautela. “Tutto l’uso dovrebbe essere controllato e approvato da un medico”, dice. Vari studi indicano che aumentano i livelli di zucchero nel sangue e altri dimostrano che li abbassa, quindi se siete diabetici dovresti monitorare attentamente il sangue. Aggiunge, “Alcune persone possono essere allergiche alle ortiche, quindi dovrebbe iniziare con una dose molto bassa”. Come l’aspirina, l’ortica infangata può rendere più debole il sangue e ridurre la sua capacità di coagulazione, riferisce l’Università di Maryland Medical Center. Alcuni dei farmaci che possono interagire con includono i diluenti del sangue, i farmaci per l’alta pressione sanguigna, le pillole dell’acqua, i farmaci per il diabete, il litio e gli FANS.

Dosaggio e consumo di nettle

Avvolgimenti e utilizzo di nettare